Image Image Image Image Image

Le bomboniere: affettuosi omaggi

Le bomboniere

Un’antica credenza suggeriva che la fortuna del giorno delle nozze andasse condivisa con tutti gli invitati, regalando a ciascuno una parte del cibo da portare a casa; da qui l’origine del tradizionale dono agli sposi.
Inizialmente, dal francese bonbon, un dolcetto da consegnare agli invitati, quindi, a partire dal Settecento, un piccolo contenitore, sempre più raffinato, con piccole prelibatezze. In quanto ai confetti, le mandorle hanno sempre avuto un significato augurale: le due metà così saldamente unite rappresentavano la fedeltà tra gli sposi. Successivamente, con la diffusione dello zucchero ebbe inizio la “moda” di ricoprirle con tanti strati dolcissimi, dando vita alla tradizione dei confetti augurali, irrinunciabile in Italia, ma oggi molto seguita anche nel resto del mondo.
Per le bomboniere, massima libertà di scelta e, almeno dal punto di vista estetico, nessuna costrizione. Si cercherà di privilegiare un oggetto che interpreterà per sempre il ricordo di quella giornata e proprio per questo lo si potrà personalizzare incidendo le iniziali degli sposi e la data delle nozze.
Saranno gli sposi a decidere se scegliere le bomboniere uguali per tutti oppure differenziarle; l’importante è che siano confezionate nello stesso stile e accompagnate dallo stesso sacchettino, che conterrà, oltre ai cinque confetti – a simboleggiare salute, ricchezza, felicità, fertilità e lunga vita – anche un piccolo cartoncino con i nomi degli sposi, senza cognome: prima quello di lei, poi quello di lui, a sottolineare che la bomboniera è un ringraziamento sotto forma di dono dedicato a chi ha partecipato alla festa e ha condiviso la gioia con gli sposi.
Le bomboniere vanno ordinate almeno un paio di mesi prima del matrimonio, in modo che siano pronte per il giorno delle nozze. Riguardo la quantità, bisogna tenere presente che andranno ai testimoni, alle persone invitate al ricevimento (una per nucleo familiare, ma nel caso di sue fidanzati, a entrambi) e a chi ha fatto, anche se non invitato, un regalo di una certa importanza.
A tutte le persone che hanno inviato un telegramma, biglietti d’auguri e fiori verranno consegnati i tradizionali sacchettini con confetti.
Ma quando consegnarle?
Le opinioni divergono: c’è chi suggerisce di distribuirle subito dopo aver ricevuto il regalo, anche se prima del matrimonio e chi di farle pervenire direttamente a casa non oltre venti giorni dopo la data delle nozze.
In ogni caso è vietato consegnarle quando non si è ancora ricevuto il regalo o, peggio ancora, non consegnarle mai.